torri-cantine-bakan-trebbiano-abruzzo-doc-01
torri-cantine-bakan-trebbiano-abruzzo-doc-03

Bakán
TREBBIANO D’ABRUZZO

Denominazione di origine controllata

Nasce in una delle zone più vocate d’Abruzzo, da un vecchio vigneto allevato a Tendone, a una quota ideale per garantire una formidabile escursione termica e con una magnifica esposizione.

Una vinificazione eseguita nelle vasche di cemento condizionate a cui segue un affinamento di 4 mesi, sempre in cemento, per poi procedere all’imbottigliamento in totale assenza di ossigeno.

acquista

Wine Tasting

Armonico, secco e sapido con la tipica leggera amarezza delle uve Trebbiano.

Intensità
Complessità
Equilibrio
Struttura

Bakán
Trebbiano d’Abruzzo DOC

Proseguiamo l’Academy con il vitigno abruzzese per eccellenza, il Trebbiano. In questa puntata il nostro Sommelier ci illustrerà le caratteristiche del Trebbiano d’Abruzzo DOC della linea biologica Bakán.

La cantina torri, a martinsicuro, in provincia di teramo produce un trebbiano d’abruzzo della linea bakán a una quota di 290 metri slm, da un vitigno ultra trentennale, in un allevamento a tendone , che si specchia nell’adriatico, con una esposizione strategica rivolta a sud-sud/est.

Un vino autoctono in purezza, con il 100% di uve trebbiano d’abruzzo, ottenuto da una severa selezione manuale dei grappoli, di una vendemmia tardiva, da una agricoltura biologica certificata.

La vinificazione viene fatta esclusivamente in tini d’acciaio termocondizionati, con una macerazione pellicolare a bassa temperatura che è particolarmente adatta per la produzione di vini bianchi che abbiano un buon temperamento e una predisposizione all’evoluzione.

scheda tecnica

Come abbinare
il nostro vino bianco biologico
Bakán

Un vino da servire freddo, sui 6-8 gradi al massimo con aperitivi, antipasti, cibi di mare, piatti vegetariani, carni bianche e formaggi freschi o di media stagionatura.

Noi lo immaginiamo con una tartare di tonno, paccheri rucola e gamberi, pollo con peperoni, ma anche una semplicissima caprese.

Il terroir

La varietà popolazione è abbastanza omogenea a parte la presenza di acinellatura dolce pronunciata in alcuni biotipi e la forma del grappolo che può biforcare o meno in punta.

Germoglio ad apice semi-espanso, lanuginoso, di colore bianco con riflessi dorati. Foglia grande, pentagonale, trilobata, a lembo bolloso, pagina inferiore tendenzialmente lanuginosa.

 

scopri di più