torri-cantine-bakan-cerasuolo-d-abruzzo-01
torri-cantine-bakan-cerasuolo-d-abruzzo-02
torri-cantine-bakan-cerasuolo-d-abruzzo-03

Bakán
Cerasuolo d’Abruzzo

Denominazione di origine controllata

Nasce in una delle zone più vocate d’Abruzzo, da un vecchio vigneto allevato a Tendone, a una quota ideale per garantire una formidabile escursione termica e con una magnifica esposizione.

Una vinificazione in bianco, eseguita in tini d’acciaio termo-condizionati, e dopo la necessaria sosta sulle bucce, segue una maturazione di 4 mesi, nelle vasche di cemento, per poi procedere all’imbottigliamento in totale assenza di ossigeno.

acquista

Wine Tasting

Secco e morbido, armonico e delicato con lievi sentori di lampone, mirtillo e fragola.

Intensità
Complessità
Equilibrio
Struttura

Bakán
Cerasuolo d’Abruzzo DOC

Il Cerasuolo d’Abruzzo DOC della linea biologica Bakán è un vino gustoso, fresco e sapido. Scopri tutte le caratteristiche nella degustazione guidata dal nostro sommelier.

Tra la montagna e il mare, a controguerra, nella provincia di teramo, in un suggestivo filare ultra trentennale, posto a una quota di 290 metri slm e magnificamente esposto a sud-sud/est nasce il cerasuolo d’abruzzo delle cantine torri.

Un vino in purezza, ovvero 100% montepulciano d’abruzzo, vinificato in bianco, i cui grappoli vengono selezionati manualmente, in una vendemmia biologica certificata di fine ottobre a cui segue una vinificazione in tini d’acciaio termo condizionati e, dopo un’adeguata sosta sulle bucce, viene finamente imbottigliato in totale assenza di ossigeno.

Un emozionante rosa cerasuolo con brillanti sfumature ramate, a cui concorrono effluvi floreali e fruttati di geranio, garofano, ciliegia e lampone.

scheda tecnica

Come abbinare
il nostro vino rosato biologico
Torri Bakàn

Il vino rosato ha in generale la straordinaria caratteristica di poter essere abbinato con quasi tutti i cibi, e sicuramente può essere sorseggiato in qualsiasi circostanza. Servito ben fresco, con aperitivi, antipasti, cibi di mare, piatti vegetariani, carni bianche e rosse, formaggi freschi o di media stagionatura.

Immaginiamo delle pennette al salmone, una cacio e pepe, orzo con zucchine, un pollo con anacardi o una bella burrata con pomodoro “cuore di bue” abruzzese e olio EVO.

Il terroir

Il vitigno ha trovato ampia diffusione in Abruzzo e lungo la costa adriatica. La varietà è abbastanza omogenea, i caratteri differenziali riguardano la forma del grappolo, la presenza di acinellatura verde, l’epoca di maturazione e le caratteristiche organolettiche del prodotto.

Germoglio ad apice espanso, cotonoso, tomentoso sulla pagina inferiore. Foglia media, pentagonale, quinquelobata, lembo piano di colore verde molto scuro, tomentosa sulla pagina inferiore. Seno peziolare a lira chiusa o tendente a chiudersi.

scopri di più