torri-cantine-420-pecorino-01
torri-cantine-420-pecorino-02
torri-cantine-420-pecorino-03

4 VENTI
PECORINO

ABRUZZO

Denominazione di origine controllata

Nasce in una delle zone più vocate d’Abruzzo, da un vecchio vigneto allevato a Tendone, a una quota ideale per garantire una formidabile escursione termica e con una magnifica esposizione.

Una vinificazione eseguita nei Tini d’acciaio termo-condizionati a cui segue un affinamento di 3 mesi, nelle vasche di cemento, per poi procedere all’imbottigliamento in totale assenza di ossigeno.

acquista

Wine Tasting

Struttura ben equilibrata grazie alla freschezza e sapidità che sostengono la lunga persistenza di questo piacevolissimo Pecorino.

Intensità
Complessità
Equilibrio
Struttura

4 Venti
Pecorino D’Abruzzo DOC

Proseguiamo il viaggio alla scoperta dei vini della linea biologica 4 Venti Torri Cantine con il Pecorino d’Abruzzo DOC, un piacevolissimo vino bianco dalla struttura ben equilibrata grazie alla freschezza e sapidità che ne sostengono la lunga persistenza.

Da un vitigno trentennale, a una altitudine di 290 metri slm, splendidamente esposto a sud-sud/est, germoglia il pecorino d’abruzzo della linea quattro venti.

Nella zona di ancarano e controguerra, in un allevamento a tendonee con il 100% di uve pecorino, il vino è frutto di una vendemmia precoce diuna agricoltura biologica certificata.

La vinificazione viene fatta esclusivamente in acciaio con una macerazione pellicolare a bassa temperatura particolarmente adatta per produzione di vini bianchi che abbiano un buon temperamento e siano predisposti all’evoluzione.

Un giallo paglierino tenue – caratterizzato da una particolare luminositá.

scheda tecnica

Come abbinare
il nostro vino bianco biologico
Torri 4 Venti

Un vino da servire freddo, sui 6-8 gradi al massimo, con aperitivi, antipasti, cibi di mare, piatti vegetariani, carni bianche e formaggi freschi o di media stagionatura.

Pensiamo a dei cibi preferibilmente a base di pesce come i crudi di mare o le linguine allo scoglio, ravioli di ricorra di capra, cannelloni ai funghi, ma anche un galletto allo spiedo, delle verdure grigliate o una caciotta stracchinata abruzzese.

Il terroir

Germoglio ad apice aperto, setoloso, verde-giallastro. Foglia medio-piccola, orbicolare, intera o trilobata con seno peziolare a lira chiusa con bordi molto sovrapposti. Lembo bolloso, pagina inferiore glabra.

Grappolo medio-piccolo, cilindrico a volte provvisto di un’ala, semispargolo. Acino medio-piccolo, sferico, con buccia sottile di media consistenza; polpa succosa..

scopri di più